Osteopatia

Come nasce l’Osteopatia

L’Osteopatia è una terapia manuale che affonda le sue radici alla fine dell’Ottocento, grazie al medico statunitense Andrew Taylor Still. Il Dottor Still, deluso dalla medicina tradizionale che non era riuscita a salvare i suoi tre figli dalla meningite, dedicò la sua vita a studiare l’anatomia umana, la fisiologia e le relazioni esistenti tra esse, dando vita a una modalità nuova di approcciare il corpo umano e la salute della persona.

Dopo anni di studio e sperimentazioni, egli arrivò a fondare una visione del tutto innovativa del corpo umano, insieme a nuove modalità, metodi e approcci per il trattamento di disturbi e malattie: nasceva l’osteopatia.

I principi e i valori su cui si fonda l’osteopatia
  • “Il movimento è vita”.  La salute e la vitalità di un essere vivente risultano essere in stretta connessione alla qualità e all’ampiezza del movimento esprimibile dalle sue strutture anatomiche.Un’articolazione, un organo all’interno dell’addome durante la respirazione o il liquido contenuto all’interno del nostro canale vertebrale sono esempi concreti di come la mobilità sia una proprietà essenziale e trasversalmente diffusa all’interno del corpo umano. L’ampiezza e la qualità del movimento dei vari distretti divengono pertanto il tramite attraverso cui è possibile entrare in contatto e misurare la vitalità dell’intero sistema. L’osteopatia, attraverso l’ascolto e la manipolazione dei tessuti, regola e, se necessario, riattiva il movimento naturale di ciascuna parte del corpo, dai muscoli fino ad articolazioni ed organi, permettendo così all’organismo intero di espletare naturalmente le proprie funzioni, reagire positivamente agli stati di stress, integrarsi in maniera armonica con l’ambiente circostante.
  • “La struttura governa la funzione”. La funzione di ciascuna parte del corpo è strettamente legata alla perfezione della sua struttura portante. Quando una struttura va incontro a una perdita della sua mobilità anche la sua funzione sarà a qualche livello alterata, influenzando così il naturale equilibrio dell’intero sistema. Il trattamento manipolativo osteopatico è in grado di ripristinare la mobilità fisiologica delle strutture del corpo migliorando il metabolismo e il movimento dei tessuti ad esso correlati e quindi di ripristinarne la corretta funzione.

  •  “Unità”. L’osteopatia guarda all’essere umano come a un’unità dinamica di funzioni, il cui stato di salute è determinato dall’equilibrio di corpo, mente e spirito. Ciascuna di queste componenti, influenza ed è a sua volta influenzate e Il corretto funzionamento di ognuna di esse assicura quello dell’intera struttura e quindi la salute e il benessere globale della persona.
Che cos’è il sintomo?

Quando perdiamo il nostro naturale equilibrio, in una qualsiasi area della nostra vita (emozionale, fisica, mentale, energetica), ecco che emergono, alla nostra percezione, i cosiddetti “sintomi”, preziosi messaggi che il nostro organismo emana allo scopo di farci tornare ad una nuova situazione di equilibrio. 

Qualunque essi siano e proporzionalmente alla loro intensità, la nostra vita subisce improvvisamente una deviazione: prenderci cura del sintomo, al fine di risalire alla sua causa, può aiutarci talvolta a contattare nuove consapevolezze, a condurci verso la necessità di iniziare un processo di cambiamento di alcuni aspetti della nostra vita. Molto spesso essi sono la manifestazione di bisogni, desideri e talenti che la persona non ha ancora contattato e che, attraverso i sintomi, tentano di manifestarsi e di emergere per essere ascoltati e assecondati.

Trattamenti e Percorsi

La medicina manuale libera le risorse energetiche trattenute a livello somatico ed emozionale, per poi veicolarle verso la riattivazione dei naturali meccanismi di auto guarigione, permettendo così alla persona di intraprendere nuovi percorsi, allineati con i propri valori e lo sviluppo delle personali potenzialità e risorse.